Itinerario On the Road in Scozia: 5 giorni tra le Highlands

Chilometri di valli incontaminate, paesaggi da film, laghi e castelli misteriosi. Vi parliamo in questo articolo del nostro itinerario on the road in Scozia, un viaggio di cinque giorni in macchina che ci ha portato a scoprire alcuni degli angoli piú belli della Scozia e di tutto il Regno Unito. Per questo On the Road di circa 1000km siamo partiti da Edimburgo, e attraversando la parte centro-orientale delle Highlands siamo arrivati in due giorni fino ad Inverness, sulle sponde di Loch Ness, prima di scendere nuovamente sul lato occidentale terminando nuovamente nella capitale scozzese.

GIORNO 1: EDIMBURGO – STIRLING & PERTSHIRE – CAIRNGORMS PARK (210km ca.)

La prima fermata del nostro viaggio é stata Stirling, chiamata anche “la porta delle Highlands“. Questa cittá di circa 30,000 abitanti si trova a un’ora di macchina da Edimburgo. Passó alla storia per una delle piú importanti battaglie della Guerra di Indipendenza scozzese, dove le truppe del valoroso William Wallace sovrastarono gli inglesi nonostante una schiacciante inferioritá numerica. Questo gesto non fu mai dimenticato e venne ripercorso nel celebre film “Braveheart”, dove il personaggio di William Wallace fu interpretato da Mel Gibson. 

La Old Town di Stirling é facilmente visitabile e vi si giunge al termine di una strada in salita che la collega al corso principale della New Town. Percorrendola potrete ammirare le tipiche casette di pietra scozzesi alcune delle quali recano ancora targhe risalenti al XIX – XX secolo. La parte piú alta della Old Town é Castle Hill, sulla quale sorge il castello un tempo inespugnabile. 

Nei pressi del castello si trova anche la Chiesa medievale di Holy Rude, circondata da un cimitero quattrocentesco che si estende su una vallata con il castello sullo sfondo.

Highlands on the road
highlands on the road
highlands on the road

Visitiamo Stirling in circa due ore e ci dirigiamo verso nord dove il nostro itinerario On the Road in Scozia entra nel vivo. Il Pertshire é la prima regione che andremo ad esplorare. Quest’area dominata da foreste rigogliose viene considerata “polmone verde della Scozia”. 

 

Non visiteremo Perth, antica capitale scozzese, né Pitlochry o Blair Castle, immergendoci direttamente nella natura con il popolare sentiero dell’Hermitage, che conduce alle roboanti cascate di Braan e al Rumbling Bridge. Il percorso, che é protetto dal National Trust scozzese, risale il corso del torrente Braan, ricco di salmoni nel periodo autunnale.  Gli alberi che popolano questo bosco sono i piú alti del Regno Unito e l’escursione é piacevolissima: sono necessari solo 30 minuti per raggiungere le spettacolari cascate e circa un’ora per arrivare al Rumbling Bridge.

 

highlands on the road
highlands on the road

Al termine di questa bella escursione ci rimettiamo alla guida entrando nel territorio del Cairngorms Park. 

Si tratta del Parco Nazionale piú grande del Regno Unito ed é la piú popolare destinazione sciistica della nazione. Nel Cairngorms Park si trovano cinque delle montagne piú alte del regno, nonché paesaggi naturali da favola, laghi, distillerie e molta wildlife. 

 

Attraversiamo il parco seguendo la Old Military Road, circondati da un paesaggio incredibile dominato dal verde. La strada é bellissima, incontriamo raramente altre macchine e ci godiamo a pieno il paesaggio. In lontananza si vedono le cime ancora innevate, attorno a noi non ci sono altro che prati, boschi e torrenti. 

Dopo qualche stop fotografico ci dirigiamo decisi verso il Glamping in cui trascorreremo la notte. La nostra sistemazione é piccola ma accogliente, siamo nel bel mezzo del parco ed il villaggio piú vicino si chiama Ballater, ma si trova a 5 miglia. La cosa bella é che nelle Highlands a Giugno non fa buio prima delle 11, quindi abbiamo tutto il tempo di goderci il tramonto al suono di un ruscello e dei pascoli in lontananza.

 

highlands on the road

GIORNO 2: IL CAIRNGORMS PARK – INVERNESS (112km ca.)

ll Cairngorms Park é la piú grande riserva naturale del Regno Unito ed una destinazione popolare sia per chi pratica sport invernali che per escursionisti.

Lungo il suo territorio si trovano centinaia di passeggiate ed escursioni, e a tal proposito vi consiglio di dare un’occhiata al sito walkinghiglands.co.uk. Sul sito troverete ogni informazione sui tracciati, inclusi il livello di difficoltá e una descrizione dettagliata.

Vi confesso che la scelta é ampia ma molto dipende dalle vostre preferenze. Questa giornata del nostro itinerario On the Road in Scozia l’abbiamo dedicata alla visita di due laghi: Loch Morlich e Loch an Eilein.

 

Entrambi si trovano a poca distanza da Aviemore, il centro piú conosciuto e turistico della zona.

Loch Morlich é un bellissimo lago con spiaggia incorniciato in uno scenario favoloso delle montagne circostanti. Intorno al lago si trova un fitto bosco mentre in secondo piano si possono ammirare le cime innevate in ogni periodo dell’anno. Al Loch Morlich é possibile praticare sport acquatici oppure immergersi nella foresta con una camminata sulle sponde del lago.

highlands on the road

La seconda visita di giornata é quella al Loch al Eilen. Il lago é circondato da un bosco di conifere ed é caratterizzato da un piccolo isolotto sul quale si trovano le rovine di un castello trecentesco. Il percorso attorno alle sponde si dirama tra i boschi che sono abitati dai famosi scoiattoli rossi e uccelli rari. Durante la camminata raggiungerete un punto ideale per ammirare le rovine del castello e per scattare qualche foto.

La maggior parte del sentiero é in pianura per cui é molto facile da camminare.

highlands on the road
highlands on the road

Aviemore si trova a circa 1h e 30 minuti di macchina da Inverness, considerata la capitale delle Highlands e il centro piú grande della regione. Inverness é il punto di partenza ideale per visitare Loch Ness e dintorni, per cui trascorriamo la notte qui.

Data la sua posizione, Inverness é tappa per tutti coloro che desiderano esplorare i dintorni di Loch Ness, ma anche per coloro che si apprestano a proseguire verso le zone piú remote delle Highlands.

A pochi chilometri dal centro si trova la famosa zona costiera del Moray Firth, dove con un pó di fortuna si possono avvistare anche i delfini.

Coloro  che non raggiungeranno il mare, troveranno comunque piacere nell’esplorare il centro di Inverness: i monumenti principali sono la Cattedrale di St. Andrew e il castello di Cawdor, il quale ispiró il MacBeth di Shakespeare.

La cittá é attraversata dal corso del fiume Ness, dove potrete fare una passeggiarta rilassante e ammirare il colpo d’occhio colpo dal Ness Bridge.

highlands on the road

GIORNO 3: LOCH NESS E DINTORNI – FORT AUGUSTUS (60km ca.)

Il terzo giorno del nostro itinerario On The Road in Scozia sará in gran parte dedicato alla scoperta del lago di Loch Ness e dei suoi dintorni.

Pochi laghi al mondo possono vantare tanta fama, alimentata negli anni dalle misteriose apparizioni del mostro Ness. 

Sebbene gli avvistamenti siano cosa piuttosto improbabile, la bellezza di questo lago non vi fará tornare a casa delusi.

 

 

Loch Ness é il piú grande bacino d’acqua del Regno Unito, e bagna un’ampio territorio che da Inverness scende fino a Fort Augustus. Sulle sue sponde si trova il Great Glen, una catena montuosa che offre scorci meravigliosi sul lago. Uno dei punti piú belli é rappresentato dalle rovine decadenti e romantiche dell’Urquarth Castle. Le rovine nude del castello, riflesse sulle acque tranquille di Loch Ness, raccontano una tormentata storia scozzese di battaglie e lotte di potere, conclusesi tristemente nel 1692. In quell’anno la struttura fu distrutta per evitare che cadesse nelle mani dei Giacobiti. Nei suoi anni migliori tuttavia, Urquarth fu uno dei castelli piú imponenti di Scozia.

itinerario on the road in scozia

Terminata la visita al castello restiamo nei dintorni di Loch Ness, dirigendoci verso le cascate di Foyers.

Queste cascate si trovano sulle sponde orientali del lago e prendono il nome dal fiume Foyers, il quale confluisce proprio in Loch Ness.

Questa bellezza naturale é raggiungibile con un percorso nel bosco di circa 10 minuti. Oltre al sentiero che termina alle cascate, potrete addentrarvi anche in un altro percorso che si avventura nel bosco dello scoiattolo rosso, dove potrete avvistare questi simpatici animali che abitano la zona.

 

La nostra ultima fermata di giornata é Fort Augustus, sulle sponde meridionali di Loch Ness. Sulla Old Military Road che ci porta a destinazione, troviamo un piccolo parcheggio aldilá del quale si apre un breve percorso sterrato. Ci fermiamo a dare un’occhiata e dopo una breve camminata ci imbattiamo in un panorama da capogiro; non abbiamo idea di dove ci trovassimo esattamente e va bene cosí, siamo persi nelle Highlands. 

GIORNO 4: LADY FALLS, GLENCOE & GLENFINNAN VIADUCT – LOCH LOMOND & TROSSACH PARK (170km ca.)

Punto di partenza é Fort Augustus, dove abbiamo trascorso la notte.

Su suggerimento di una ragazza del posto, iniziamo la giornata visitando le Lady Falls ( “cascate segrete”), cosí chiamate dai locali perché sconosciute ai turisti. Durante l’escursione che dura non piú di 40 minuti avvistiamo un branco di daini e troviamo anche un bellissimo souvenir che ora decora il nostro soggiorno..un corno di cervo.

Le cascate sono davvero bellissime, immerse nella natura e siamo completamente soli..sono davvero segrete! Ne approfitto anche per mettere i piedi in acqua, che é ovviamente freddissima.

itinerario on the road in scozia

Lasciatici alle spalle definitivamente Fort Augustus, il nostro itinerario On the Road in Scozia si dirige verso la famosa valle di Glencoe, una delle grandi meraviglie di Scozia.

Era nelle nostre intenzioni fare l’escursione della “Valle Perduta”, ma il tempo questa volta ci ha voltato le spalle. 

 

Glencoe é una profonda vallata circondata da alte montagne, tra le quali il Ben Nevis che con i suoi 1500mt rappresenta la cima piú alta del Regno Unito. La strada che attraversa il Glencoe é stata comunque emozionante e le nuvole basse che avvolgevano la vallata sono quanto di piú tipico si possa ammirare in Scozia. Grazie a diverse aree di sosta é possibile ammirare il paesaggio, che é veramente particolare: decine di stagni e torrenti colorano di azzurro il manto erboso. Si tratta di un luogo spettacolare e non é un caso se sia stato set cinematografico di film come James Bond Skyfall o Harry Potter.

Nonostante il maltempo riusciremo a visitare il meraviglioso Viadotto di Glenfinnan, una delle cose che ci é rimasta piú impressa del nostro viaggio in Scozia. Il viadotto é stato reso celebre dalla saga di Harry Potter, l’Hogwarts Express.

Il treno collega Fort William a Mallig, partendo due volte al giorno. Aldilá dei richiami cinematografici comunque il colpo d’occhio é veramente spettacolare, soprattutto se oltre al Viadotto salirete il breve sentiero sul lato opposto, da dove potrete ammiratre anche il Loch Leven.

Nonostante la pioggia abbiamo aspettato il passaggio del treno e finalmente, con piú di 30 minuti di ritardo..eccolo qua!

GIORNO 5: LOCH LOMOND – EDIMBURGO (200km ca.)

Dopo esser saliti a Nord fino ad Inverness, il nostro itinerario On the Road continua con la visita del Loch Lomond e del Parco Nazionale di Trossachs.

Il Loch Lomond é il piú grande lago della Gran Bretagna e si trova nella Scozia meridionale, nel territorio delle Lowlands, rappresentando il cuore del parco nazionale. Dopo averlo visto vi sará difficile trovarne uno piú bello.

 

Il piú antico parco nazionale del paese é ancora una terra selvaggia con colline verdi e lussureggianti che si alternano a vallate, affacciandosi su Loch Lomond. Potrete rilassarvi con un giro in barca, fare escursioni o dedicarvi alla degustazione dei prodotti del posto.

 

Il tempo a disposizione prima di rientrare a Edimburgo é di sola mezza giornata e lo impiegheremo in una delle escursioni piú conosciute della zona, quella di Conic Hill. Il percorso ha una lunghezza di circa 4km e sale su una collina che domina appunto il lago; si tratta di uno dei punti panoramici piú belli di tutta la regione in cui si possono ammirare le isole di Loch Lomond allinearsi all’orizzonte.

itinerario on the road in scozia

Il resto della giornata lo trascorriamo ad Edimburgo, la mia seconda visita della capitale scozzese. Sará anche l’ultima tappa del nostro itinerario on the Road in Scozia.

La Old Town é un piccolo gioiello attraversato dalla Royal Mile. Partiamo dal castello, che dal 1200 domina la cittá da un imponente roccia vulcanica e si trova in cima alla Royal Mile. Per un lungo periodo fu residenza reale, ora rappresenta l’attrazione piú visitata del paese.

Sul lato opposto dell’antica arteria stradale visitiamo la Holyrood House, un tempo sede di Mary Stuart ora residenza della regina d’Inghilterra. Il palazzo fu teatro di un violento omicidio commesso per ordine del consorte della regina e la cui vittima fu il cortigiano italiano Rizzio. Come il castello, anche la Holyrood House é aperta al pubblico.

Lungo la Royal Mile potrete ammirare altri scorci bellissimi della cittá come il Grassmarket, giusto ai piedi del castello, oppure la famosa Cattedrale di Saint Giles, il piú antico luogo di culto della capitale. 

La Royal Mile non é soltanto il cuore della Old Town ma anche la zona piú vivace, ricca di pub antichi e ristoranti sempre affollati.

Se non volete farvi mancar nulla, non dimenticatevi di passare su Calton Hill, il punto panoramico piú bello di Edimburgo. La vista sulla cittá e splendida!

itinerario on the road in scozia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *