Piatti tipici del Lazio: Itinerario enogastronomico dei Castelli Romani |

Piatti tipici del Lazio: Itinerario enogastronomico dei Castelli Romani

I Castelli Romani sono un’area collinare che si estende alle porte della capitale e comprende numerosi paesi e borghi antichi la cui storia precede quella di Roma. Il territorio di origine vulcanica nasce dal crollo del Vulcano Laziale ed é caratterizzato da due laghi, boschi e colline molto paesaggistiche. Il valore storico, artistico e naturale di quest’area si combina ad un’antichissima tradizione culinaria caratterizzata da prodotti semplici e genuini che riflettono la personalitá di questi posti. Se volete abbinare un itinerario enogastronomico tra i piatti tipici del Lazio alla visita di questi borghi pittoreschi, leggete quali sono le leoro eccellenze culinarie. Una vera delizia per il palato! 

LARIANO

A circa 10km da Ariccia, si trova Lariano, un’antico borgo medievale sulle pendici del Monte Artemisio. Lariano é nota per la produzione del pane locale, riconosciuto come prodotto agroalimentare tradizionale della Regione Lazio. Si tratta di un pane di farina semi-integrale a doppia lievitazione, cotto nel forno a legna. Non solo, ogni mese di Giugno si svolge a Lariano la Sagra delle Pappardelle al Cinghiale, uno dei piú apprezzati piatti tipici del Lazio.

piatti tipici del Lazio

VELLETRI

Il comune di Velletri é il piú grande dei Colli Albani e anche uno dei piú antichi. In epoca pre-romana infatti era giá un centro illustre abitato dai Volsci e, grazie alla sua antica tradizione culinaria, merita di essere inserito in un tour enogastronomico dei Castelli Romani. Nei vigneti locali viene prodotto il DOC Velletri, un vino di qualitá esistente sia nella tipologia di bianco che di rosso. Tra i piatti tipici piú rinomati si trovano i Carciofi alla Matticella cotti alla brace e la Zuppa di cavoli con Baccalá, una ricetta di origini antichissime che fungeva da colazione per i contadini locali. Anche gli gnocchi alla Velletrana e la Zuppa di fagioli con cotiche sono dei piatti locali prelibati.

 

piatti tipici del Lazio
piatti tipici del Lazio
piatti tipici del Lazio

NEMI

La terza tappa del nostro itinerario tra i piatti tipici del Lazio passa per Nemi, un borgo a circa 15km da Lariano, tra i piú suggestivi di tutti i Castelli. Il paesino, avvolto nel verde, si trova ad oltre 500mt di altezza ed offre una splendida vista panoramica dell’omonimo lago. La produzione enogastronomica di Nemi é molto antica e apprezzata. Il prodotto piú famoso sono sicuramente le deliziose fragoline, celebrate in una Sagra locale che si svolge ogni anno a Giugno. Un altro prodotto d’eccellenza é il Fragolino di Nemi, ottenuto appunto dall’infusione del frutto locale e ormai diffuso su scala nazionale. Se vi fermate a pranzo o cena, approfittatene per ordinare anche un buon piatto di fettuccine ai funghi porcini!

piatti tipici del Lazio
piatti tipici del Lazio
tour enogastronomico dei castelli romani
piatti tipici del Lazio

ARICCIA

Ariccia é uno dei paesi piú piccoli dei Castelli Romani, ma al tempo stesso uno dei piú importanti centri culturali di quest’area. Non solo per le opere architettoniche del Bernini e per il Palazzo Chigi, ma anche per la sua tradizione gastronomica millenaria. Il prodotto piú conosciuto é sicuramente la famosa Porchetta, una carne di maialino la cui arte di preparazione si tramanda dall’etá pre-romana! Questa si presenta con una crosta esterna croccante e un’interno soffice e aromatizzato. Ogni anno a Settembra si svolge la Sagra della Porchetta, che attira migliaia di persone. 

Un’altro prodotto tipico di Ariccia sono le coppiette di maiale o di bovino, delle strisce di carne essiccate e leggermente piccanti accoppiate a due e speziate con semi di finocchio. Se vi trovate qui, fate una sosta alle fraschette, delle osterie locali dove potrete assaggiare tutti i prodotti tipici dei Castelli accompagnati da un bicchiere di vino rosso o dalla tipica Romanella, un vino leggero molto facile da bere. Le Fraschette hanno una storia antichissima risalente almeno al Medioevo e sono amatissime dai locali e dai turisti. Se non volete fermarvi a pranzo, potete sempre ordinare un buon panino con la Porchetta.

 

tour enogastronomico dei castelli romani

FRASCATI

Frascati é una tappa obbligata per un tour enogastronomico dei Castelli Romani. Questo paese é famoso soprattutto per la produzione del Frascati, un vino bianco DOC che ha una tradizione antichissima. Il Frascati é disponibile anche in versione Spumante ed é probabilmente il vino piú conosciuto e pregiato dei castelli. A Frascati viene prodotto anche un dolce tipico, la “Pupazza”, un biscotto a base di miele dell’Agro Pontino. Questi biscotti hanno la forma singolare di una donna con tre seni, una tradizione che risale all’era romana e che rappresenta la dea dell’abbondanza. Il terzo seno infatti fa riferimento alla produzione del vino.

tour enogastronomico dei castelli romani

CASTEL GANDOLFO

L’ultima tappa del nostro tour enogastronomico é dedicata agli amanti del pesce. I ristoranti di Castel Gandolfo oltre ad offrire una spettacolare vista sul lago omonimo, sono rinomati per la cucina dei pesci di lago, tra cui trote, lucci, pesci persico e barbi. Approfittatene inoltre per ammirare la residenza papale di Villa Torlonia o la fontana e la chiesa del Bernini nella piazza cittadina.

tour enogastronomico dei castelli romani
tour enogastronomico dei castelli romani

Oltre ai comuni giá citati, i Castelli romani abbracciano altri centri di grande fascino e tradizione enogastronomica. Dai paesi collinari di Marino, Genzano o Albano fino alle vette di Rocca di Papa che con i suo 700mt di altezza offre uno dei paesaggi piú belli della valle. Potrete includere nel vostro itinerario anche Monte Porzio Catone, circondato dai vigneti e noto per la produzione di un’altro eccellente vino.

Ti é piaciuto questo articolo?

8 commenti su “Piatti tipici del Lazio: Itinerario enogastronomico dei Castelli Romani”

  1. E io che sto spingendo per andare a visitare Roma dove non sono mai stata! Leggendo il vostro articolo ancora di più ho voglia di andarci!

    1. Michela io sono di parte perché Roma é la mia terra, ma ti consiglio di andarci assolutamente. Se riesci ad abbinare un bel giro ai Castelli sarebbe perfetto perché scopriresti davvero l’animo di questi posti,

  2. Madonna che fame mi è venuta leggendo tutte queste specialità culinarie. E mi sono segnata anche un paio di borghi che non conoscevo e che dovrò vedere la prossima volta che sono in zona!

    1. Veronica é venuta fame anche a me mentre scrivevo! I borghi dei Castelli sono tutti molto caratteristici e sono contentissimo di sapere che questo articolo te ne ha fatti scoprire due che non conoscevi.

    1. Hai assolutamente ragione, la porchetta é fantastica! Ma anche gli altri piatti tipici non sono male, soprattutto se li accompagni con un buon bicchiere di vino locale!

  3. La pupazza Si usa farla anche qui da noi, nel periodo di pasqua. Siamo molto vicini a Roma, ma non siamo mai andati alla scoperta di questi borghi tipici laziali. Ma devo assolutamente rimediare e questo è l’anno giusto per prenotare un tavolo in una di quelle fraschette caratteristiche.

    1. Riguardo alla Pupazza, non sapevo fosse usanza pasquale in altri paesi. Comunque ti consiglio assolutamente di fare un giro in questi borghi, come dici giustamente complice anche il Covid il 2020 puó essere l’anno giusto per riscoprire la nostra terra!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *